Apertura della fase diocesana del Sinodo 2021-2023

In questi giorni si parla molto di sinodalità, ma cosa significa? “sinodalità, denota uno stile particolare che caratterizza la vita e la missione della Chiesa, esprimendo la sua natura di Popolo di Dio che cammina insieme e si riunisce in assemblea”; “in questo senso la sinodalità permette a tutto il popolo di Dio di camminare insieme”. Questo cammino è determinato dall’atteggiamento dell’ascolto dello Spirito Santo per mezzo del quale il Padre parla con la sposa del suo Figlio, si tratta allora di un’esperienza di fede, per poter leggere i segni dei tempi (Mt 16,4). In effetti, il nostro vescovo Nazzareno, nell’omelia di apertura del Sinodo ci ricordava: “L’azione di Dio nella storia segue una mirabile coerenza, che spesso è ben diversa dalla mentalità del mondo” in tal senso, parafrasando Papa Francesco: “chi vuol conoscere la volontà di Dio, come dice l’Apocalisse, ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese” (Ap 2,17). Leggendo i segni dei tempi, la comunità presto si accorgerà che Dio li sta dando all’umanità, affinché non ceda alla tentazione di una cultura dello scarto, nella logica di un carpe diem postmoderno; ma conservi desto il desiderio di verità, di bellezza e di bene che portiamo nel cuore. L’esperienza del Sinodo è dunque quella di “camminare insieme”, i credenti sono σύνoδοι, compagni di cammino, chiamati a testimoniare e ad annunciare la Parola di Dio.

Nelle linee che la Chiesa si è data per la fase diocesana del Sinodo, si ricorda che l’ascolto delle parrocchie è decisivo, costituisce un’opportunità per le stesse, e le diocesi per incontrarsi, per sperimentare e vivere insieme il cammino sinodale. La nostra diocesi ha dato avvio a questo percorso celebrando la Santa Eucaristia lo scorso 17 Ottobre, in comunione con tutte le chiese del Orbe. Prima d’iniziare i riti liturgici, alcune persone rappresentando i vari ambiti della comunità hanno dato il loro contributo condividendo la propria esperienza ed esprimendo le varie aspettative sul sinodo. Nel presente articolo vogliamo ricordarle allegando i testi dei singoli interventi.

 

Fabio J. Olano

Resp. Comm. Dioc. per il Sinodo